sabato 13 dicembre 2014

GDC & GDC

Cammina Giddiccì, non ti fermare troppo a dire questo o quello. Tappati le orecchie.
Che bel rumore questi stivali. E la gente, fuori...
Nuota, salta, da un posto all'altro, evita con cura tutti gli attrezzi che non ti interessano, gli altri scappano e a te fa molto ridere questa cosa. Firmi tutto quello che si muove e quello che vorrebbe. Il resto torna a fondersi con le persone che non sono.
Saluta lei nascosta sulle scalette della chiesa, cerca l'altra, quella che studia attenta
tutte le parole del suo librone tutte le mattine...

io, GDC: ho aperto la busta dei ricordi. Esplodo di Sole. Crap. Trumk.
Ora ho le mani sporche di roba nera. Ti ho chiesto di tornare qui
a vedere con me tutte le nostre cose. Che fai una storia di profumi
quando ti rivedo, che non ho idea di quanto sia lunga la nostra
parabola, ormai lontanissima, ma non conta.
Che quando mi appari all'improvviso coi dentini spezzati
e il cappello grigio, mi si blocca il polmone
e mi sembra di tuffarmi nell'acqua gelida
dall'alto di un dirupo...

"Sono fatto così. Mi innamoro di donne che nemmeno lo sanno." John Fante



Nessun commento:

Tutti i disegni, le immagini e gli scritti (eccetto alcuni indicati nelle tag) su questo blog sono di proprietà di Gianmarco De Chiara (2008-2015)