domenica 24 aprile 2011

Ciottoli.

Qualcosa che sparisce, qualcosa che ritorna. Per ogni dolore, una nuova gioia. I sorrisi di una percentuale abbastanza alta di scarpe e le gote. Di chi gode, assieme. I ciottoli nella campagna di mia nonna a segnare i passi dell'infanzia e le campane, cui non ho mai giocato (forse cinque volte).

Còre.

Una semplice e disarmante dedica, con tutta l'ingenuità che ho...

(senza fronzoli).


Tutti i disegni, le immagini e gli scritti (eccetto alcuni indicati nelle tag) su questo blog sono di proprietà di Gianmarco De Chiara (2008-2015)